Avviso

Ricordiamo agli utenti che gli articoli possono essere inviati per email, stampati e salvati in formato pdf cliccando sul simbolo dell'ingranaggio in alto a destra dell'articolo (nel menù a tendina la voce "Stampa" o "Print" consente sia di stampare che di salvare in pdf).

aldogiannuli

Quando dura il governo Salvini Di Maio?

di Aldo Giannuli

Come era prevedibile, sono iniziati gli attriti fra Lega e 5stelle e vanno via via aumentando man mano che i sondaggi danno il M5s in calo e la Lega in aumento sino al sorpasso dalle seconda sul primo. E’ palese che fra Di Maio e Salvini c’è lo scontro fra una pagliuzza ed un trattore: non c’è partita. Ora (e già con molto ritardo) Il M5s sta cercando di fare la guerriglia su singoli punti (le vaccinazioni, i rom, ecc) e cerca di ottenere al più presto qualcosa sul reddito di cittadinanza forzando Tria che gli ha già detto picche: non proprio il pasto intero, magari un assaggino, in antipasto, un aperitivo, magari una sola soliva di reddito di cittadinanza, comunque qualcosa da sbandierare per resistere ai carri armati leghisti. Invano: fra pochissimo (diciamo a partire dai primi mesi prossimo anno) il paese precipiterà in una crisi finanziaria serissima e altro che reddito di cittadinanza ci attende! Nessuno ne parla, ma da gennaio finisce il Qe e per di più non siamo affatto sicuri (anzi …) che la Bce rinnoverà i 400 miliardi di bond italiani a breve scadenza, dopo di che si inizia a ballare sul serio, con la troika dietro la porta di casa, ma vedo che nessuno ne parla o ne è inquietato, tutti ballano felici a bordo del Titanic. Che Dio ce la mandi buona.

Quanto poi alla guerriglia su singoli particolari, la cosa non ha nessuna probabilità di successo. Poi a breve verranno avanti altre grandi occasioni di scontro (legge sulla legittima difesa e legge finanziaria) dove, se il M5s dice no alla Lega, si va alla crisi di governo, oppure dice sì e perde definitivamente la faccia.

Di fatto, Di Maio ha davanti a sé solo tre strade:

  1. continuare così sino alle europee che, stante questo trend, segneranno il trionfo della Lega e il tracollo senza precedenti del M5s;
  2. cercare un buon pretesto per una crisi di governo (ad esempio su finanziaria e legittima difesa) per andare a nuove elezioni ad ottobre e cercare di limitare il danno;
  3. rompere con la Lega, ma cercando sponda nel Pd per un qualche governo che mandi Salvini all’opposizione e prendere tempo sperando in una inversione di tendenza, anche se questo significa trovarsi fra le mani la patata bollente della crisi finanziaria che viene avanti.

Insomma la scelta che ha un uomo su un grattacielo in fiamme fra restare dove si trova e finire arrosto, buttarsi giù dal lato destro, sperando di centrare il piccolissimo telone dei vigili del fuoco o buttarsi sul lato sinistro sperando di centrare la piscina. Non è una grande scelta, ma questa è la situazione. D’altro canto, se hai sbagliato tutto da due anni in qua e poi hai moltiplicato gli errori per altri sei mesi, non puoi pretendere di cavartela con un giochetto da prestigiatore. Per cui: bere o affogare.

Quanto alla durata di Salvini, c’è in primo luogo da vedere che fa il M5s, poi non è ancora iniziata la resistenza passiva di èlites, Colle, Bankitalia, Corte Costituzionale ed apparati, ma non ci sarà molto da attendere, infine c’è da vedere come reagirà alle pressioni Bce già da ottobre quando il governo dovrà fare la legge finanziaria. Ma soprattutto, occorre vedere quanta fretta avrà Salvini di andare alle elezioni anticipate incassando il favore delle tendenze elettorali sinché è in tempo, e spiazzando il m5s.

Insomma non vedo molta strada davanti a questo governo.

Pin It

Comments   

#1 michele castaldo 2018-07-12 10:51
Una delle tesi fondamentali de Il capitale di Marx è che il modo di produzione capitalistico è un movimento storico impersonale. Salvini e Di Maio stanno su un cavallo che li disarcionerà. Andremo incontro a un caos dagli esiti imprevedibili e tutte le certezze dei facili sorrisi diventeranno fumo acre.
La storia ogni tanto presenta il conto all'uomo che ha nel suo dna l'agire d'istinto e tutto quel che crea gli si ritorce - a un certo punto - contro. E' questa l'epoca di un conto molto salato. Buon caos.
Michele Castaldo
Quote

Add comment

Saranno eliminati tutti i commenti contenenti insulti o accuse non motivate verso chiunque.


Security code
Refresh

0
0
0
s2sdefault