Avviso

Ricordiamo agli utenti che gli articoli possono essere inviati per email, stampati e salvati in formato pdf cliccando sul simbolo dell'ingranaggio in alto a destra dell'articolo (nel menù a tendina la voce "Stampa" consente sia di stampare che di salvare in pdf).

megachip

Fake fake news: quelle di inizio maggio

Roberto Quaglia

Mondo della post-verità: è un mondo o è un post-mondo? Tra terrorismo sintetico, presidenziali francesi, Kim Jong-Un, guerrafondai inglesi e cinghiali genovesi

Finalmente approvati i nuovi standard europei ISO 2000 e rotti per gli attentati terroristici in UE. Come si sa l'Europa è molto rigida nello stabilire le esatte forme dei fusilli, quale forma debba esattamente avere un pera, le dimensioni dei piselli, come cuocere la pizza, e chi più ne ha più ne metta.

Adesso anche gli attentati terroristici dovranno rispettare gli standard europei. I terroristi dovranno innanzitutto essere islamici o assimilabili ad islamici, dovranno essere rigorosamente "noti ai servizi di sicurezza" - questo è un punto sul quale i commissari della UE sono stati inflessibili.

Dovranno inoltre smarrire o dimenticare sul luogo dell'attentato il proprio passaporto o in subordine la loro patente o un altro documento identificativo.

Come per la stagione di caccia, potranno esercitare il terrorismo solo quando viene aperta la stagione terroristica. Tradizionalmente, la stagione terroristica viene aperta prima delle elezioni, prima dell'approvazione di leggi che limitino la libertà dei cittadini, eccetera. Saranno le autorità a stabilire di volta in volta l'apertura e la chiusura della stagione.

I terroristi avranno inoltre obbligo di scegliere come loro bersagli sempre e soltanto gente comune, mai politici o altre personalità potenti e influenti.

I nuovi standard europei ISO 2000 e rotti per gli attentati terroristici in EU mettono finalmente un po' di ordine in un settore che, in una società civile, non può certo essere lasciato al caso e all'improvvisazione.

****

Doppio miracolo in Francia. Dopo il primo turno delle elezioni presidenziali, i tanto disprezzati partiti tradizionali sono improvvisamente spariti. E questo è il primo miracolo. Il secondo miracolo è che per il secondo turno Marine Le Pen è l'unica vera candidata della sinistra. Allo stesso tempo è anche l'unica vera candidata della destra. Destra e sinistra occupano finalmente lo stesso esatto punto geometrico. Marine Le Pen andrà al ballottaggio con Emmanuel Macron, un candidato che infatti non è né di destra né di sinistra e neppure di centro - c'è chi sostiene che non sia neppure un vero candidato, visto che non ha un vero partito, non ha un vero programma, non ha una vera storia politica. Quindi Macron sarebbe piuttosto un ologramma.

I partiti scomparsi si sono adesso in gran parte ammucchiati all'ombra dell'ologramma, sperando che gli elettori non si accorgano che gli ologrammi in realtà non esistono, e che quando un ologramma scompare ti ritrovi fra i piedi solo l'artista che l'ha creato.

L'unico a non rifugiarsi all'ombra dell'ologramma è Jean-Luc Mélenchon, il leader del movimento di sinistra Francia Ribelle che ha detto ai suoi elettori di votare per chi vogliono loro. Cosa voterà allora la sinistra francese? La candidata per cui hanno giurato di non votare mai? Oppure la sinistra voterà per il banchiere milionario, faccia da bravo ragazzo ed ologramma dei poteri forti e dei burocrati di Bruxelles e che una volta eletto... gli farà un culo, ma un culo...

Mai come in questa elezione si è vista in Francia la lotta di classe in azione, anche se un po' al di fuori dagli schemi a cui eravamo abituati. Come si evince anche dalle cartine che mostrano la distribuzione del voto, le classi povere, disoccupate e diseredate votano infatti in massa per Le Pen, mentre ricchi, benestanti, benpensanti, figli di papà e privilegiati assortiti sono tutti per Macron.

Il 100% dei banchieri e dei capitani d'industria voterà Macron. Ecco di colpo la lotta di classe come non l'avete mai pensata. Non ci capite più niente? Fate bene: l'obiettivo era questo. Dissonanza cognitiva, a colazione, pranzo e cena.

Chi è confuso si mette in riga e non rompe i coglioni. Chiunque volesse riprendere a capirci qualcosa, dovrebbe innanzitutto smettere di seguire la televisione e la stampa mainstream.

Una volta eletto l'ologramma Macron rimarrà Macron, oppure, sulle orme di Hollande, si trasformerà in Micron?

****

Se pensavate che il nordcoreano Kim Jong-Un fosse fuori di testa, con le sparate sulla guerra nucleare, è perché non avete ascoltato le dichiarazioni del ministro britannico della difesa Michael Fallon.

Nelle sue minacce Kim Jong-Un è per lo meno chiaro nello specificare chi sarebbe il bersaglio delle sue bombe, ovvero gli Stati Uniti d'America, che d'altra parte hanno per primi minacciato di attaccare militarmente la Corea del Nord. Il ministro britannico della difesa invece ha dichiarato che il suo governo è pronto ad attaccare per primo con armi nucleari anche paesi che non avessero usato loro per primi armi nucleari, quindi non per ritorsione, bensì per aggressione, senza però specificare a quali paesi si riferisse.

La cosa è curiosa, visto che di solito uno dovrebbe avere ben presente chi siano i propri nemici. Curiosamente, la stampa mainstream occidentale che non perde occasione di dipingere Kim Jong-Un come un mostro, non batte ciglio di fronte a dichiarazioni del genere, e neppure chiede a Fallon se avesse già in mente quale o quali paesi egli fosse pronto a bombardare nuclearmente per primo.

Anzi, chiede al laburista Jeremy Corbyn se lui farebbe lo stesso, come se fosse la cosa più normale del mondo, e quando lui risponde di no si alza contro di lui un coro di critiche.

L'Inghilterra di questi tempi fa proprio di tutto per farsi notare. Il Cremlino, tuttavia, ha fatto finta di niente. A parte un senatore russo, che si è permesso di suggerire al ministro britannico di non scegliersi come bersaglio una potenza nucleare, oppure l'Inghilterra potrebbe cessare di esistere.

****

E a proposito di fine del mondo, è importante arrivarci con le idee chiare su cosa stia succedendo, così da godersi al meglio lo spettacolo senza prendere fischi per fiaschi.

Proprio a questo fine mi permetto di suggerirvi la lettura di due mie libri attinenti al tema: Il Mito dell'11 Settembre, ove metto a nudo il mito fondante di questo mondo di post-verità che va verso il proprio suicidio, ed Il Fondamentalismo Hollywoodista, nel quale invece metto a nudo le tecniche con cui Hollywood si è impossessata dei nostri cervelli.

Trovate entrambi su Amazon.it e prendendoli assieme la spedizione è gratis.

****

Le nostre fake fake news a casaccio dal mondo sono finite, ma come al solito è arrivato il momento in cui i giornalisti maistream fanno irruzione nel nostro studio e cercano di metterci sotto pressione.

Ecco, mi hanno appena comunicato che non mi lasceranno andare se prima non faccio come nei loro telegiornali maistream dando in chiusura di telegiornale almeno una notizia del cazzo, insomma quella roba che serve a fare dimenticare al pubblico tutto quello che si è detto in precedenza.

Detto e fatto, ecco qui siamo a Genova dove in pieno centro, sul greto del torrente Bisagno e a fianco del ponte della stazione ferroviaria Brignole, fa capolino da qualche tempo una numerosa famiglia di cinghiali, che nel video ammiriamo con immagini esclusive. In effetti la scena l'ho filmata io col telefonino.

Gruppi meno numerosi di cinghiali ormai scorrazzano abitualmente per la città e un cinghiale è stato addirittura fotografato mentre faceva il bagno sulla spiaggia del Lido di Albaro, lo stabilimento balneare più chic di Genova.

Add comment

Saranno eliminati tutti i commenti contenenti insulti o accuse non motivate verso chiunque.


Security code
Refresh